SICILIA AL PASSO

http://www.fondazionesabir.org/wp-content/uploads/2016/11/0_sicilia-al-passo_immag.jpg
Lotteria Nazionale “Sicilia al Passo”
Se la “Sicilia che corre” porta anche fortuna…
I Comuni di Castelbuono, Palermo, Catania e Siracusa
presentano il progetto di Lotteria Nazionale
Presentazione 11 dicembre 2004, ore 10,30 Castello dei Ventimiglia – Castelbuono – Palermo

Tentare la fortuna sarà sempre più facile. Prossimamente, la “buona sorte” busserà con le estrazioni di un’inedita Lotteria, l’unica integralmente “made in Sicily”: la lotteria nazionale del Podismo “Sicilia al Passo”.
L’iniziativa, promossa dal Comune di Castelbuono, dove annualmente si celebra la corsa su strada più antica d’Europa, ha attraversato l’intera Isola, guadagnando l’adesione delle amministrazioni comunali contattate: il capoluogo siciliano, con la “Maratona Internazionale Città di Palermo”, il Comune di Catania, sede dello storico “Trofeo di Sant’Agata” e quello di Siracusa, tradizionale dimora dell’omonima “City Marathon”.

Le quattro Amministrazioni Comunali sottoscriveranno a Castelbuono, il prossimo 11 dicembre, il “protocollo d’intesa” per la costituzione del “Consorzio” che coordinerà la Lotteria, in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto.

“Sicilia al Passo” congiunge le più importanti competizioni podistiche isolane, capaci di richiamare annualmente sull’Isola campioni mondiali e sicure promesse del panorama sportivo, e di coniugare ambiente ed atletica, scrivendo gloriose pagine di sport. Una garanzia certa per il successo della Lotteria Nazionale. Associare l’immagine della Sicilia allo sport – autentica passione nazionale – non può che sollevare attenzione e consenso, anche e soprattutto fra i molti che in Italia tentano la fortuna affidandosi alle lotterie.
Per le Amministrazioni Comunali coinvolte si tratterà di un’inedita sperimentazione: un innovativo sistema di autofinanziamento, perfettamente rispondente alle nuove pertinenze delle amministrazioni locali in tempi di devolution.

Perché una lotteria…
In osservanza delle norme che disciplinano le lotterie nazionali, il Comitato Promotore di “Sicilia al Passo” ha curato un progetto di fattibilità per la realizzazione della Lotteria Nazionale del Podismo in Sicilia, verificando le potenzialità della stessa, studiando le necessarie sinergie per il successo del progetto e tratteggiandone la dimensione simbolica e comunicativa.
La Sicilia esercita sul grande pubblico un potere evocativo immediato e penetrante e oggi sta rilanciando, nel contesto nazionale, la propria immagine in termini di proposta culturale. Meno nota, sebbene di ragguardevole spessore, è la tradizione sportiva siciliana. Sul territorio isolano si svolgono annualmente numerose manifestazioni sportive di rilevanza nazionale ed internazionale. Si tratta di competizioni agonistiche che afferiscono alle più disparate discipline e che richiamano sull’Isola campioni mondiali e sicure promesse del panorama sportivo, suscitando al contempo gli entusiasmi del pubblico e l’attenzione dei mezzi di informazione.
Ma le competizioni sportive meglio capaci di associare a popolarità e levatura tecnica anche una spiccata cultura ambientale sono quelle podistiche: manifestazioni che si celebrano nella natura dell’Isola come in un perfetto impianto sportivo a cielo aperto.
Il Comitato Promotore ha provveduto a censire le competizioni podistiche che annualmente si tengono in Sicilia, identificando i migliori protagonisti – per storia, peculiarità culturali e qualità tecnica – di una futura lotteria nazionale: il Giro di Castebuono, la Maratona Città di Palermo, la Siracusa City Marathon ed il Trofeo di Sant’Agata.
Associare a dette manifestazioni sportive una Lotteria Nazionale offre indiscutibili opportunità. Fra le altre:
accresce la visibilità e notorietà delle competizioni e, di conseguenza, delle sedi che le ospitano;
rilancia l’immagine dell’Isola tutta, in termini di proposta culturale e di innovazione;
garantisce alle Amministrazioni Comunali coinvolte una quota (pari ad un terzo, a norma dell’art. 2, legge 26 marzo 1990, n. 62, che disciplina la materia) degli utili derivanti dall’effettuazione della Lotteria da destinare ad interventi di conservazione e recupero del patrimonio artistico, culturale ed ambientale, al potenziamento delle strutture turistiche e sportive ed alla valorizzazione delle gare collegate alla lotteria.

Perché insieme…
Riunire quattro Amministrazioni Comunali in un unico progetto di lotteria nazionale è un’esigenza ed un’opportunità.
L’unione delle municipalità coinvolte attraversa l’intero territorio siciliano, con una massa d’urto potenziale rilevantissima, non solo sull’opinione pubblica, ma anche al cospetto delle istituzioni (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, Ministero delle Finanze e Commissioni Parlamentari Bilancio) responsabili dell’autorizzazione di una nuova lotteria nazionale.
Il bacino d’utenza della lotteria disegnato dall’unione delle quattro Amministrazioni si qualifica per quantitativa consistenza e per capacità attrattiva. Rappresenta infatti l’eccellenza culturale dell’offerta siciliana e, associato allo sport, autentica passione italiana, non può che suscitare l’attenzione, la curiosità ed il consenso di una vasta utenza nazionale, garantendo il successo della lotteria.
Inoltre, effetto secondario ma non trascurabile, le Amministrazioni Comunali coinvolte potrebbero dar prova della possibilità di pensare e gestire insieme progetti concordati di sviluppo del territorio, di valorizzazione del patrimonio isolano di storia, ambiente e tradizione sportiva, esclusivamente finalizzati alla tutela dell’interesse collettivo. Il “ritorno di immagine” di una sperimentazione tanto poco comune è, per le Amministrazioni Comunali coinvolte, considerevole e verificabile.

Come insieme…
La disciplina che regola la promozione e gestione delle lotterie nazionali è, in buona misura, contenuta nella Legge n. 62 del 26 marzo 1990.
La norma prevede che sia un soggetto giuridico, ovvero avente personalità giuridica, a presentare all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato istanza per il varo
di una nuova lotteria nazionale.
A sua volta, l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato segnala le candidature selezionate al Ministero delle Finanze che, sentite le Commissioni VI della Camera e VI del Senato, provvede ad identificare le manifestazioni cui abbinare le lotterie nazionali dell’anno successivo, con apposito decreto.
Nel caso in oggetto, sarà un Consorzio costituito,secondo la vigente normativa e con una delle tipologie dalla stessa dettate, dai Comuni coinvolti nella rassegna del podismo “Sicilia al Passo” a presentare l’istanza.
Il Consorzio così costituito dovrà dotarsi, per Statuto e relativo Regolamento, di un proprio
Comitato Tecnico composto dai rispettivi rappresentanti delle Amministrazioni Comunali consorziate e dai rispettivi delegati delle organizzazioni delle singole gare podistiche, che segua le quattro competizioni e che assegni, tra i vincitori delle stesse, il conferimento di “primo fra i primi” della rassegna podistica
“Sicilia al Passo”, a norma del Regolamento consortile che garantisce un’operatività corretta ed imparziale della rassegna.
Il Comitato Tecnico inoltrerà altresì l’istanza, sottoscritta dal Consiglio di Amministrazione
del Consorzio dei Comuni, all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, seguendo la procedura di riconoscimento della proposta lotteria nazionale.